INCENDIO CENTRO AUTISTICI LA SPEZIA

COMUNICATO STAMPA

INCENDIO CENTRO AUTISTICI LA SPEZIA: LA CONDANNA DELL’ANGSA NAZIONALE

Dura condanna della presidente dell’Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici) Benedetta Demartis, per l’incendio che si è sviluppato nelle prime ore del mattino nella sede provinciale di La Spezia, struttura che erogava terapie riabilitative per circa quaranta bambini e ragazzi. Tra le cause dell’incendio un cassonetto andato in fiamme, che avrebbe provocato ingenti danni al Centro. Gli inquirenti stanno ancora indagando sull’accaduto. “Esprimo la mia vicinanza all’Angsa di La Spezia e al presidente Alberto Brunetti per l’incendio che ha devastato la loro sede – spiega la presidente Demartis – e la più dura condanna per un atto al quale stanno indagando le forze dell’ordine. I genitori avevano in affitto da circa due anni le stanze adiacenti ad un asilo con l’obiettivo di fornire risposte riabilitative alle numerose famiglie della zona. Oltre all’immobile sono andati distrutti tutti i materiali didattici per le varie attività, i computer e la mobilia. Un danno enorme per le persone autistiche spezzine, che dovranno fare a meno del Centro per un po’ di tempo. Le famiglie in questi anni erano state già penalizzate da un’offerta pubblica che non era in grado di seguire le nuove linee guida nazionali, speriamo pertanto in un ripristino repentino del lavoro e nel buon cuore della popolazione al fine di contribuire alla riapertura della struttura. Dal nazionale lanciamo un appello alle Angsa regionali e alle provinciali affinché ognuna possa contribuire all’interno della famiglia Angsa con un piccolo gesto di solidarietà”.

Per contribuire alla riapertura del centro per bambini e ragazzi autistici ecco le coordinate bancarie dell’Angsa di La Spezia IBAN: IT 07 R 02008 10700 000103778517 Banca Unicredit, filiale di via Chiodo La Spezia.

Novara, 16 Novembre 2018

Scarica il comunicato Stampa

TAG Teatro a Granarolo

Nell’ambito del progetto GRANAROLO CITTA’ BLU, Angsa Bologna tiene il primo incontro di formazione per la cittadinanza.
Riconoscere l’autismo. L’incontro si terrà lunedi, 19 novembre 2018 presso il TAG (Teatro A Granarolo). I posti sono numerati e a numero chiuso. L’ingresso è gratuito previa prenotazione.
La prenotazione può essere fatta dal 12 novembre 2018 rivolgendosi direttamente alla biglietteria del TAG.
In questo primo incontro la prof.ssa Simona Cascetti e Manuela Fontana (entrambre volontarie Angsa) terranno un incontro di approfondimento su come riconoscere l’autismo e consigli pratici.

Granarolo dell’Emilia “Città Blu – Autism Friendly”

SCUOLE, COMMERCIANTI E TUTTA LA COMUNITÀ AMICI DELL’AUTISMO

Granarolo dell’Emilia dal 29 ottobre diventa “Città Blu – Autism Friendly”, cioè una città per le persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico. L’Amministrazione comunale e l’Istituzione scolastica granarolese hanno sottoscritto un innovativo protocollo d’intesa con Angsa (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) per accompagnare i bambini autistici nei servizi dell’infanzia (comunali, statali e convenzionati) e scolastici.
Leggi tutto “Granarolo dell’Emilia “Città Blu – Autism Friendly””

Corso Introduttivo su ABA e Autismo

La formazione condotta da ANGSA è stata accreditata dal MIUR e a grande richiesta abbiamo inserito nella piattaforma SOFIA un corso per gli insegnanti (ABA e AUTISMO) di ben 32 ore che si svolgerà a Bologna “Circolo la Fattoria” in via Pirandello 6.

Il corso si propone di offrire uno sguardo generale sui principi di base dell’analisi del comportamento e sulla programmazione per alunni con autismo, nelle diverse fasce di età e con diversi livelli curricolari.
Leggi tutto “Corso Introduttivo su ABA e Autismo”

2 APRILE: Comunicato congiunto per la giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo

ANGSA, insieme a GRUPPO ASPERGER, ANFFAS e FISH da molti anni è impegnata nella difesa dei diritti delle persone con autismo. E dopo anni di serrato confronto con le istituzioni, grossi passi in avanti sono stati fatti se si pensa all’ottenimento della Linea Guida 21 del 2012, alla Legge per l’autismo 134 del 2015 e (finalmente) con l’inserimento dell’autismo nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) nel marzo 2017.Le istituzioni a livello legislativo hanno fatto il loro dovere, e le ringraziamo sinceramente.

Possiamo dire finalmente che oggi anche per le persone con autismo il diritto ad una vera presa in carico e ad una vera integrazione sociale è stato raggiunto? NO!

Purtroppo quello che abbiamo ottenuto è ancora solo sulla carta. Troppo lento e complesso il cambiamento che deve ancora avvenire. La nostra strada è ancora tutta in salita. Il cambio culturale che deve avvenire nella Sanità, nelle Politiche Sociali, nella Scuola e nelle Comunità è un processo molto lento, e sono ancora tante (troppe!) le famiglie che non riescono a dare risposte dignitose e di qualità ai loro bambini, adolescenti e adulti con autismo.

Leggi il comunicato stampa completo … 2 APRILE-comunicato stampa 2018